Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Ottenere aiuti statali per l’affitto in Francia: la CAF

January 9, 2013
By

Una serie di domande e risposte sulla possibilità di ottenere aiuti economici per il vostro affitto in Francia attraverso i servizi della CAF.

- Che cos’è la CAF?

La CAF è la Caisses d’Allocations Familiales francese, un istituto di previdenza sociale simile al nostro INPS. Si tratta di un’organizzazione pubblica che si occupa di versare aiuti finanziari ai cittadini di reddito medio-basso, recando aiuto in particolare agli studenti e ai giovani lavoratori che farebbero fatica a coprire i costi dell’affitto. I tipi di aiuto più diffusi sono l’APS (Allocation de Logement Sociale) e l’APL (Aide Personnalisée au Logement).

- Chi può richiedere un aiuto alla CAF?

Esistono molti criteri di selezione e la burocrazia francese non è tra le più snelle d’Europa (similmente a quella italiana). Per richiedere un aiuto finanziario finalizzato ad abbassare i costi d’affitto bisogna innanzitutto avere un contratto d’affitto in regola a proprio nome (il nome deve comparire nel contratto!) ed un conto corrente in Francia. Per sapere se avete diritto o no ad un aiuto, potete compilare il modulo di simulazione online (disponibile solo in francese). Ad ogni modo il mio consiglio è di inviare il modulo di richiesta a prescindere dai risultati della simulazione (chi non risica…).

- Come richiedere l’aiuto finanziario alla CAF?

Per richiedere il vostro aiuto dovete armarvi di pazienza e documenti. Tra questi ultimi è indispensabile il certificato di nascita  (Acte de naissance) ed una traduzione di quest’ultimo (contenente i nomi dei genitori) in francese. Per richiedere l’aiuto si può compilare un modulo online o la versione cartacea da consegnare all’ufficio CAF più vicino (per individuarlo basta inserire il proprio CAP nella sezione “Ma CAF”, in home-page del sito ufficiale).

- C’è la possibilità di avere aiuti se si condivide un appartamento?

Sì, Se siete in collocazione (più persone nello stesso appartamento) il contributo verrà diviso per il numero di persone che hanno sottoscritto il contratto (ogni inquilino deve compilare la propria richiesta).

 

Per concludere, un paio di consigli:

- Cercate di essere molto precisi nella compilazione dei moduli. I controlli in Francia sono molto efficienti ed è bene non cercare di “barare” se non si vuole incorrere in sanzioni considerevoli.

- Abbiate pazienza, gli impiegati della CAF sanno essere molto esigenti e attenti ai dettagli (un po’ “pignoli”, se preferite…). D’altronde è giusto che eseguano il loro importante lavoro con scrupolosità. Se fate tutto il necessario nelle modalità indicate, non dimenticate che potrete trarne un grande beneficio per le vostre tasche!

 

Luca Cattaneo

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*




Storie di italiani in Francia