Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Intervista a Renato: “La mia Francia”!

October 5, 2012
By

Renato con sua moglie

Abbiamo intervistato Renato, 65 anni, pensionato, con una particolare passione per la Francia! Ecco un estratto delle sue esperienze, i suoi consigli e le sue considerazioni!

– Ci puoi raccontare il suo rapporto con la Francia? 

Il mio rapporto con la Francia e’ prevalentemente da turista.Vado in Francia da quando avevo 18 anni, all’epoca andavo con la mia “brava” Cinquecento.

– Quali i pregi e i difetti del sistema francese?

Il sistema francese e’ di fatto più severo che in Italia e questo può essere un pregio per governare una popolazione multietnica. Non condivido l’atteggiamento ostile della polizia francese, capisco e rispetto la difficoltà del loro lavoro ma a mio avviso trasmettono al pubblico tensione e paura, piuttosto di trasmettere un senso di protezione e sicurezza. Il prezzo dei carburanti e dei farmaci e’ di molto inferiore che in Italia e la sanità e di gran lunga migliore. Le famiglie con più di due figli hanno un buon sostegno sia sanitario che finanziario dal governo. Dimenticavo, vado ghiotto per la pasticceria francese… questo e’ senz’altro un pregio dei nostri vicini di casa!

– Com’è stato scontrarsi con la lingua francese, quali sono state le sue impressioni a riguardo?

Vivendo in un paesino (in piemonte) molto vicino alla Francia e studiando francese a scuola non vi è stato alcun “scontro” in quando già facilitati nell’apprendimento. Anche il nostro dialetto valligiano “patois” molto simile al francese, mi ha facilitato.

– Che consigli daresti a una persona che vorrebbe intraprendere un’esperienza di lavoro in Francia?

Il primo consiglio e’ quello di avere voglia di fare e di crescere professionalmente, imparare bene la lingua francese prima della partenza e durante il soggiorno e valutare a 360° ogni possibilità di lavoro, senza grosse pretese all’inizio. Con tanto impegno e ambizione si possono raggiungere ottimi risultati, basta crederci fino in fondo 🙂

“Un dernier conseil” date priorita’ alle lingue! Au revoir!

 

Ringraziamo Renato per la sua disponibilità e simpatia augurandogli di tornare presto Oltralpe! 🙂

 

 

Tags: , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *