Welcome to Magazine Premium

You can change this text in the options panel in the admin

There are tons of ways to configure Magazine Premium... The possibilities are endless!

Member Login
Lost your password?

Marianna: la sua storia in Francia

July 31, 2013
By

Lei è Marianna Pastore ha 32 anni appena compiuti, è nata a Barletta ma da 5 anni risiede e lavora in provincia di Milano. La sua laurea in Lingue e Letterature Straniere – conseguita nell’ormai lontano 2008 – le ha incentivato all’avventura francese: Strasburgo prima, Parigi poi, Marsiglia per finire hanno lasciato un ricordo indelebile nel suo cuore e nonostante, alla fine di tutto, lei abbia deciso di tornare nel suo paese d’origine consiglia a chiunque ne avesse la possibilità, ma soprattutto la curiosità, di provare esperienze tipo la sua. Ne esci sicuramente più ricco da tanti punti di vista…

 

Ciao Marianna,

-Ci puoi spiegare come hai trovato questa opportunità di lavoro?

Subito dopo la mia laurea in Lingue e Letterature Straniere ho fortemente voluto sperimentare in loco la mia conoscenza della lingua francese. Aver lavorato come addetta alle relazioni con il pubblico nel grande Parco Divertimenti Disneyland  Resort Paris ha significato per me arricchimento del mio bagaglio culturale, approfondimento delle mie conoscenze linguistiche nonchè banco di prova della mia socievolezza!

 

-Quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto a lavorare in Francia?

Come già accennato, ciò che mi ha spinto fortemente ad approdare nella mia amata Parigi per un’avventura lavorativa, cominciata con un CDD di 3 mesi ma infine durata un anno e mezzo, è stato il mio vivo interesse nei confronti della lingua nonchè della cultura francese assaporata in quel di Strasburgo durante i 3 mesi di stesura tesi!

-Quali sono le differenze nel mondo lavorativo?

L’estremo rispetto della gerarchia e delle regole, la meritocrazia inesistenti in Italia!

-Qual è il tuo luogo preferito in Francia?

Parigi ha rubato il mio cuore …

 -Che consiglio ti senti di dare per chi intende espatriare in Francia?

Con il senno di poi, di chi nonostante tutto alla fine è tornato nel proprio paese, consiglierei la Francia a chi cerca un’esperienza lavorativa in qualsiasi settore che gli permetta una crescita adeguata all’impegno e ai risultati. La consiglierei anche come importante polo didattico per completare o arricchire i propri studi.

Alessandro Lamacchia

Tags: , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *